In Che Modo

Altro elemento di distinzione della nostra realtà agricola è la rotazione colturale. 

Questa tecnica è tuttora poco praticata in quanto molto dispendiosa in termini economici ed organizzativi, ma i suoi vantaggi sono indispensabili per una buona e moderna pratica agricola.

Con lo scopo di ridurre al minimo lo sfruttamento del suolo, alterniamo ogni tre anni seguendo una precisa rotazione le semine del riso con quelle del mais al fine di migliorare la fertilità del terreno e garantire a parità di condizioni una migliore resa.

In modo del tutto naturale e non dannoso interrompiamo il ciclo vitale degli organismi legati alla coltura del riso. In particolare la successione riso/mais grazie all'enorme diversità dei sistemi radicali permette una migliore esplorazione del suolo da parte delle radici.


Così facendo creiamo una biodiversità aziendale, dando molto spazio alla natura che

rimane protagonista in un ambiente sano. Questo è il modo con cui noi oggi

crediamo si possa fare agricoltura e la presenza continua di selvatici ci conferma che

stiamo proseguendo nella giusta direzione.